Spiritualità

Spiritualità e Scienza sono alleate nell’accrescere la consapevolezza

Scienza e crescita spirituale?
Correlazioni assurde?!
Alexander
Scritto da Alexander

Mi soffermo sulla questione per almeno un paio di motivi: Il primo è che sicuramente qualcuno tra i lettori farà appello alla scienza ed alla logica per ignorare o respingere i messaggi che con questo sito vorrei trasferire; voglio, quindi, ammorbidire la posizione di chi farà ciò, per mantenere un dialogo con lui e fargli arrivare i miei concetti intrisi di spiritualità.  Scrivo circa la scienza anche per dimostrare come essa, con la logica e la tecnica possano essere fallaci.

Provvisoriamente, con quest’ articolo, assumo la parte dell’ accusa della scienza.  La pulsione “antiscientifica” l’ ho sentita diverse volte nel mio percorso (un po come naturale contraltare dell’ avventura spirituale, nell’ignoto…) e, finalmente, mi si è presentata l’occasione di rifletterci in modo un poco più concreto ed articolato.

Ho trovato in internet i seguenti grafici che mi hanno fatto molto riflettere:

Scienza e crescita spirituale?

Correlazioni assurde?!

Per chi non conoscesse l’Inglese, i dati sono:

Milioni di unità di telefoni Iphone venduti negli Stati Uniti,

Media giornaliera delle precipitazioni nella contea di Teton nello stato del Wyoming.

 Gli anni dal 2007 al 2010.

O ancora questo:

crescita spirituale con la scienza

Ancora correlazioni impensabili.

Ancora, i dati sono i seguenti:

Numero dei visitatori degli Universal Studios di Orlando, in milioni,

Media giornaliera delle precipitazioni nello stato del Delaware.

Gli anni dal 2007 al 2010

Ed esistono decine di questi grafici che mostrano come gli eventi e fenomeni più peculiari aumentino contestualmente ad altri eventi ancora più insoliti.

Questi grafici dimostrano come un “Rigoroso Metodo Logico-Matematico” può portare a risultati assurdi.  Il secondo grafico, ad esempio, suggerirebbe il “dato” che quantità di pioggia elevate in un luogo invoglierebbero masse enormi  di persone (circa due milioni) a disertare un parco di attrazioni a circa 1500km di distanza. E’ evidente che tale conclusione sia a dir poco una follia, donde potremmo facilmente concludere che  la matematica e la statistica non hanno tutte le risposte concrete ed affidabili.

O, se dovessimo ciecamente  confidare  su quello che i dati numerici comunicano, dovremmo ammettere che ci sia un “Reale” meccanismo per cui, ad esempio,  l’umore mogio dei Milanesi circondati dalla nebbia e costretti in casa imponga telepaticamente ai turisti a Catania che, di tutte le cose che potrebbero fare per spendere il loro tempo libero, dovrebbero guardarsi dallo scegliere di andare a fare una passeggiata a Siracusa. Ebbene, la Scienza sulla base  della quale si sono stilati quei grafici, per essere veramente inattaccabile, dovrebbe provare  anche la fondatezza di quest’ ultima provocazione, al di là di ogni ragionevole dubbio.

E’ subito evidente che tale prova non può essere scientificamente fornita.

Quindi, dai citati grafici io traggo, indifferentemente, almeno una delle seguenti conclusioni:

  • Esistono fenomeni ben al di là della comprensione della mente operante ATTRAVERSO I SUOI ATTUALI SENSI E STRUMENTI PERCETTIVI (con “Strumenti percettivi” intendo, appunto, la scienza e le sue tecnologie). Ci sarebbero, quindi, nessi di causalità tra due elementi apparentemente incollegabili che la Scienza non sa trovare.
  • I metodi della scienza possono essere fallaci, ed anche di molto. Negli esempi di cui sopra, ad esempio, il solo cambiare uno dei parametri di riferimento (calcolare la correlazione su un numero di anni diverso, per esempio, darebbe un quadro assolutamente distinto).

Qualunque delle due sia vera, il punto fondamentale è che dobbiamo assumere che la scienza non è e non può essere un ostacolo alla ricerca di ognuno di noi della Realtà Spirituale, Invisibile e Mistica, che è quella che più conta, anche al fine pratico dello Sviluppo Personale e del raggiungimento della Ricchezza- obiettivo fondamentale di tutto questo Sito e della Formazione che offro.

Come sempre su queste pagine, ribadisco che non sono qui a fare una pura  crociata contro la Scienza. Questa è, anzi, un grande strumento che consiglio di abbracciare se ed in quanto ci è utile e ci fa Crescere e raggiungere l’Abbondanza. Io stesso, su queste pagine, la invocherò in mio aiuto.  É un raffinato atteggiarsi della Mente, una delle sue migliori espressioni dell’ Animo dell’Occidente. Le più grandi scoperte ed invenzioni sono nate proprio dalla Coesione di Scienza e Spiritualità, o grazie ad una spiritualità laica. Riferendomi ancora al secondo grafico, potrebbe in futuro esistere un visionario che si dedichi alla scoperta di quell’immaginario nesso tra le precipitazioni in un luogo e l’aumento dei visitatori di un’attrazione turistica ben lontana; voglio dire: una persona che volga la sua attenzione alla Consapevolezza Universale potrebbe trovare un indizio di quella sfuggente connessione ed essere ispirata ad indagarla Scientificamente, inziando, magari, un utilissimo filone di ricerca.

Nello tesso modo in cui “Visionari” come Guglielmo Marconi (altro grande italiano) hanno “visto” che nell’aria c’erano canali attraverso cui trasportare la voce ed altri dati anche a migliaia di chilometri.

Ancora, per sottolineare la coesione della Scienza con la Spiritualità e  l’ assenza di un sostanziale contrasto tra le due, ti segnalo che diversi Fisici, negli ultimi decenni, hanno rilevato come vi siano dei comportamenti di particelle che hanno un che di semplicemente magico (o, fino a poco tempo prima, completamente contrapposto alla Scienza). Si é osservato, inoltre, che a livello atomico vi sono cambi comportamentali se solo un fenomeno è oggetto di analisi umana o meccanica. Cioè, la particella si comporta diversamente quando c è un osservatore umano rispetto a come si comporta nel medesimo esperimento, ma con un osservatore computerizzato.

Questa, per me, è solo un ulteriore prova che Tutti siamo Uno e che il fluido Unificante non è che Coscienza… di qui la nostra forza, se riusciamo ad attingere ad essa nel nostro agire e perseguire la Felicità.

Ti saluto con parafrasi di alcune massime di pensatori del passato sulla tematica

A.Schopenauer in Discorsi sul pessimismo.

“Per sollevare nuove questioni, o per studiare vecchi problemi con una nuova prospettiva, si richiede immaginazione, ed è solo allora che si effettua un reale avanzamento nella scienza”

A. Einstein

A breve articoli sulla fisica quantica e delle particelle… sul  “vuoto” che pervade l’Universo e sul Tempo.

Non dimenticare di aiutarmi a diffondere l’articolo con un “mi piace”. Aiuta la discussione commentando qui e, se vuoi, inviami un commento.

Grazie di cuore.

I grafici mostrati sono stati presi qui.

Per favore, parla di questo sito alle persone, anche con i pulsanti di condivisione a sx.

Leggi una delle mie recensioni di libri di spiritualità cliccando qui.

Mi iteressa molto il tuo parere, per favore inseriscilo sotto.

Una donazione sarebbe gradita.

Inserisci i dati e ricevi l'ebook GRATUITO ed i contenuti esclusivi!
Unisciti agli oltre 2000 lettori abituali ed affezionati del sito
Ti assicuro che la tua email sarà custodita correttamente. Non sarà ceduta a nessuno e nessun abuso sarà perpetrato. Potrai disiscriverti sempre.
Vai alla barra degli strumenti