Business Crescita personale Efficienza

Signoraggio Bancario? Non devi niente a nessuno. Seconda parte

signoraggio bancario travaglio, signoraggio bancario wikipedia
Una bella serata in ufficio...
Alexander
Scritto da Alexander

… In conclusione del precedente articolo sul signoraggio bancario, che trovi  cliccando qui, sostenevamo che noi esseri umani non siamo macchiati od onerati da alcun tipo di debito alla nostra nascita.

Continuiamo ad affermare questa idea, analizzando cosa succede se

Si fa sempre il contrario…

In un episodio del celebre Seinfeld, il comico George Costanza conclude che il suo modo ordinario di pensare non porta mai a niente di buono, quindi decide di fare sempre il contrario. Si impegna a fare sempre il contrario di qualunque cosa il suo modo di pensare naturale ed i suoi istinti lo spingerebbero a fare. Sperimentando questo modo di vivere ed agire, ottiene grandi risultati in numerosi aspetti della sua vita.

Ho provato un esperimento analogo con la mia vita lavorativa e con i miei “sforzi lavorativi”: siccome anni ed anni di sacrifici non mi avevano portato a risultati particolarmente soddisfacenti, ho cominciato a fare il contrario di quello che il buon senso (in realtà il lavaggio del cervello ed il pensiero stereotipato) mi suggerivano. Nella peggiore delle ipotesi, le cose non sarebbero potute andare tanto peggio di come erano andate seguendo la logica tradizionale improntata ad un lavoro noioso ed al profitto.

Alcune di queste idee al contrario non hanno portato i risultati sperati – nè economici, nè di soddisfazione personale, e chissà quante falliranno ancora- ma altre idee sì, hanno reso frutti.

Una di queste idee potrebbe essere, ad esempio, di offrirsi come volontario in qualche organizzazione filantropica. Chissà che non si ricevano grandissimi soddisfazioni, che non si creino amicizie e, perchè no, che non giunga qualche risultato economico come collaterale positivo. Si potrebbero fare esperienze lavorative importanti e fare dell’utile “networking”.

Per quanto mi riguarda, l’idea di creare questo sito è stata figlia di questa filosofia. Mi sono detto “perchè non provare a diffondere la serenità, e consigli che potrebbero migliorare molte vite, anzichè perseguire il puro e semplice profitto personale, alla vecchia maniera?” – ciò non vuol dire che i profitti di quest’attività, nient’ affatto spettacolari, non siano doverosi e graditi.

Questo discorso sul “fare il contrario” non punta certo ad affermare che sia sufficiente, nella vita e nel rapporto con il lavoro ed il denaro, fare esattamente l’opposto di quello che si è fatto per avere i più grandi successi. Anche fare lo stesso che hai fatto fino ad adesso può funzionare, e bene. Ma farlo con un diverso approccio, e con la consapevolezza che non lo devi fare perchè sei obbligato a ripagare un qualche debito, significherebbe già un grande passo in avanti.

Inoltre, sarebbe un grande passo avanti se tu provassi ad avere successo intendendo questo traguardo non come qualcosa di strettamente personale, ma come parte di un più grande disegno (nel quale il benessere di tanti individui accompagna e causa il tuo successo e benessere, e viceversa).

Fino a poco fa volevo guadagnare milioni, diventare importante, fare cose che mi rendessero universalmente acclamato. Pensavo, poi, che solo diventando ricco avrei potuto essere utile per il prossimo: come aiutare gli altri se prima non sono sistemato io, no?

Ma focalizzarsi solo sui miei traguardi ed i miei successi non ha funzionato per me. L’approccio ideale descritto nelle righe precedenti, invece, sta funzionando.

Se debito deve essere, almeno ripaghiamolo bene…

Cioè servendo in modo utile e genuino il prossimo. Man mano, ho scoperto che scrivere questi articoli era fonte di ispirazione e conforto per molti. Quale miglior pagamento che questo? Ricevere una email nella quale ti si scrive che una tua lettura ha ispirato a cambiare il corso dei propri affari, od ad uscire da una depressione, è qualcosa che non ha prezzo. Constatare che le batoste che hai subito nella vita, trasformate in lezioni in un articolo, possono risparmiare simili batoste ad altri, causa un’emozione preziosa.

Ebbene, queste cose sono più che sufficienti a ripagare un (del tutto teorico) debito verso l’esistenza e la società.

Quindi posso vivere con la sicurezza (purtroppo qualche volta vacillante) che sono ampiamente liberato da qualsivoglia debito di esistenza.

L’aiuto che può darti la consapevolezza che non esiste debito, o che lo hai ripagato ampiamente.

signoraggio bancario travaglio, signoraggio bancario wikipedia

Una bella serata in ufficio…

Tale consapevolezza ti da la sicurezza interiore che meriti di essere supportato dalla vita e dall’Universo. Ti sposta in una vibrazione positiva e ricettiva, nella quale ti aspetti che “le cose funzionino”. Questo, ovviamente, favorisce il dispiegarsi positivo dei tuoi progetti, dandoti ulteriori motivi di gratitudine e rinvigorendo il circolo virtuoso.

Si potrebbe addirittura pensare: a questo punto non faccio più niente, tanto ho fatto più di quello che dovevo… Il rischio, a pensarla così, è che si perda smalto, si perda slancio. È comunque appagante lavorare e creare, a patto che quello che si fa lo si faccia con un senso di scopo e con una positiva identificazione nel frutto delle proprie fatiche.

Gli atti di riallineamento con il proprio scopo.

E quando si lavora in qualcosa e per qualcosa in cui si crede veramente, allora lavorare diventa un piacere e diventa un modo per innalzare le proprie vibrazioni e mettersi in sintonia con l’Universo.

Per me, scrivere un nuovo articolo con le migliori intenzioni, ossia quelle di confortare, ispirare e far riflettere, è un’atto che mi restituisce serenità e che mi fa sentire in armonia con il creato.

Non succede lo stesso se scrivo un’articolo con motivazioni negative, come quella di creare per forza qualcosa di nuovo, oppure di cercare di aumentare il numero di visitatori e fan del sito (cosa che succede ancora, purtroppo).

E questo è confortante… il sapere che per quante sciocchezze io possa fare in giro, per quanto male (involontario) possa suscitare, e per quanta pigrizia possa invadermi, mi basta avere la forte intenzione di scrivere un’articolo veramente ispirato, seguita dalla concreta scrittura dello stesso, per rientrare in armonia con me stesso e con l’Universo.

Lo scrivere un articolo diventa come una pratica Zen, od una meditazione.

Se scrivo molto e bene, improvvisamente sembra che la mia vita scorra con più semplicità ed agio, perchè ho la forte consapevolezza di avere contribuito al meglio al Creato.

Equilibrio contro Debito.

In sintesi, l’idea dell’esistenza di un debito esistenziale è sbagliata e marcia. È un grandissimo ostacolo al ritrovamento del proprio vero senso, del proprio vero percorso e del più profondo e personale senso di successo (clicca qui per saperne di più sul successo).

Ho molto combattuto, e continuo a farlo a volte, con l’idea di dovere qualcosa al mondo ed alla società. Questa lotta interiore è stata fondamentale nel mio percorso di crescita; ed ora sono ad un punto in cui ho la fortuna di considerare il mio lavoro come un contributo desiderato, non come un pagamento dovuto.

signoraggio bancario spiegato ai bambini, signoraggio bancario cos'è

… Oppure amore ed equilibrio?

Non devo niente al mondo, sia perchè, in realtà questo non mi è creditore, sia perchè ho già pagato a sufficienza. Questo, però, non dovrebbe portare alla conclusione di non fare niente, e di non apportare niente di utile al mondo, ciò non porterebbe alla felicità sul lungo termine.

La mia strada mi indica di contribuire non per senso del dovere, ma per mantenere il mio livello energetico alto, per creare e per condividere le mie scoperte con il prossimo. E mi indica di non farlo solo per denaro, o perchè debba ripagare chissà che a chissà chi, ma per essere nel flusso creatore dell’Universo, e per esprimere le mie energie. Scrivere mi fa stare

 

in pace.

Superare la mentalità del bisogno (o: come pago le bollette?)

Alcuni mi scrivono “Dimmi come fare soldi, in fretta”. Oltre che indirizzare chi ha tali problemi all’acquisto del mio libro, La Scienza della Ricchezza, mi trovo in difficoltà di fronte a tali domande. Tali domande, infatti, sono fortemente intrise e caratterizzate da un senso di bisogno, di scarsità e di esistenza di debito, per superare i quali quest’articolo è concepito.

Come dire, infatti, ad un “drogato” di povertà, scarsità e senso del bisogno, di smettere di essere drogato di tali cose?

E soprattutto: come si fa a trascendere la mentalità del bisogno e della scarsità? Io credo che lo si faccia trovando e seguendo il proprio percorso. Quindi smetti di stagnare in uno stato di bisogno, comincia a fare qualcosa che è completamente inconmpatibile con lo stato di bisgono: comincia a dare. Comincia a contribuire. Fa’ volontariato. Matura delle intenzioni pulite e pure, ed agisci immediatamente secondo tali intenzioni dettate da vera ispirazione.

Fa’ il contrario di quello che fanno coloro che stagnano nella pochezza e nella scarsità, agisci come se già fossi enormemente abbondante (cosa che, di fatto, si verifica).

La purezza degli intenti.

Se dovessi individuare l’atto di ritrovamento del tuo equilibrio, l’atto con il quale esprimi le tue migliori energie, quale sarebbe?

Quale sarebbe la cosa da fare per ritrovarti sul tuo percorso vero e profondo?

Comincia con un’intenzione pura. Un’intenzione di fare qualcosa di completamente altruistico e votato al dare, non al ricevere. Invita l’ispirazione a colpirti ed ad esprimerti attraverso di te; sintonizzati con l’ispirazione come faresti con un segnale radio. Agisci in base all’ispirazione, senza esitazione. Fa’ del tuo meglio per spogliarti di ogni senso di carenza e bisogno. Dedica qualche ora a compiere quest’atto od attività, qualche ora in cui ti elevi al di sopra della trivialità, della paura e dell’egoismo. Fai sì che compiere quest’attività sia un vero rituale per te, un momento di elevazione. Se vuoi, potrai tornare alla trivialità ed al senso di carenza dopo.

Quando cerchi di trovare un’intenzione pura, lascia libera la tua mente di esplorare nuove idee e nuove possibilità, lasciala vagabondare, non ti costringere all’azione troppo presto. Quando sarai pronto, allora agisci, lascia che l’ispirazione scorra attraverso di te e pervada il tuo agire.

Comprendi quanto sia bello agire animati da intenzioni così forti e pure, senza senso di bisogno, senza sentirsi in debito e senza avere preoccupazioni di alcun tipo. Comprendi come puoi tornare ad agire in modo così energico, puro e passionale ancora ed ancora. Qualunque sia la tua attività che “ti mette in pace con te stesso”, puoi farla di nuovo, ed ancora… magari trasformarla nel tuo “lavoro”.

L’equilibrio è la soluzione.

Puoi stagnare durante la tua esistenza in un luogo di carenza, senso di bisogno e trivialità, oppure vivere in uno stato di flusso positivo, abbondanza e carenza di paura.

E scopriresti che questo stato di flusso è il modo migliore per superare problemi, preoccupazioni e senso di debito.

E non c’è alcun obbligo di pagare presunti debiti prima di cominciare a contribuire alla società ed a dare. Dare e seguire la tua missione non è qualcosa da rimandare ad un indefinito momento futuro in cui avrai quella data somma di denaro, od in cui chissà quale altra condizione si verificherà. La soluzione, adesso, è seguire il tuo vero cammino. La soluzione per risolvere molti problemi legati al lavoro, al denaro ed al presunto debito.

Non vi è nessuna condizione che debba verificarsi prima che tu possa contribuire veramente con qualcosa di positivo al mondo. Puoi aiutare  gli altri e migliorare la propria vita adesso, dal punto in cui ti trovi.

Continuare a coltivare lo stato di carenza e bisogno ti sta aiutando? Ti sta facendo raggiungere i risultati da te sperati? Credere al signoraggio bancario ed agli illuminati ti serve in qualche modo?

No, vero? Allora perchè non cambiare?

Se proprio non sei d’accordo con questa conclusione, la seconda cosa migliore da fare è dedicarti alla criminalità (come analizzata nel precedente articolo)… almeno, in quella vita, non avresti il problema di sentirti in debito con la società.

Se ti interessano le tematiche del lavoro, del guadagnare più soldi e di farlo in un modo nuovo, più altruistico ed armonico, assicurati di dare un’occhiata a “La Scienza della Ricchezza” cliccando qui.

Foto di Sweet Ice Cream Photography, Vladimir Kudinov.

Inserisci i dati e ricevi l'ebook GRATUITO ed i contenuti esclusivi!
Unisciti agli oltre 2000 lettori abituali ed affezionati del sito
Ti assicuro che la tua email sarà custodita correttamente. Non sarà ceduta a nessuno e nessun abuso sarà perpetrato. Potrai disiscriverti sempre.
Vai alla barra degli strumenti