Business Crescita personale Efficienza Legge di attrazione Recensioni

Recensione di Pensa ed arricchisci te stesso, con sintesi

pensa ed arricchisci te stesso, originale del 1937, pensa ed arricchisci te stesso recensione, pensa ed arricchisci te stesso amazon
Alexander
Scritto da Alexander

Non poteva mancare, su un sito fortemente incentrato sulla Legge di Attrazione e sulla crescita personale, la recensione di Pensa ed Arricchisci te stesso, celebre classico di Napoleon Hill, la cui edizione originale è del 1937, meritatamente in cima alla lista dei libri da leggere per ogni appassionato di Legge di Attrazione e, ardirei scrivere, per ogni ricercatore spirituale. Già, perché nonostante il titolo apparentemente venale, l’opera possiede uno spessore psicologico e spirituale di non poco conto. La contrapposizione : ricchezza materiale/profondità spirituale o bontà è, comunque, completamente fallace, come espresso in “Pulire i pensieri per la ricchezza”.

Pensa ed Arricchisci te stesso (Think and Grow Rich), per chi non lo sapesse, è stata l’opera dalla quale è stata tratta ispirazione per il, famosissimo libro “Il Segreto”, che ha reso celebre per il grande pubblico la Legge di Attrazione. Altra opera sulla quale è stato basato “Il Segreto” – ed in parte anche lo stesso Pensa ed arricchisci te stesso, è La Scienza della Ricchezza – che trovi in un edizione riveduta ed attualizzata cliccando qui.

Proprio perché si è scritto della Legge di Attrazione, è bene precisare, con buona pace di scettici e disfattisti, che questa non postula, banalmente: “desidera un milione di euro e lo riceverai in un plico per posta raccomandata tra due giorni”.

Ciò lo si comprende molto bene leggendo l’opera recensita. La quale, tra l’altro, non utilizza nemmeno una volta l’espressione “Legge di Attrazione”, e solo un paio di volte parla di “attrazione di denaro” ed attrazione di circostanze che abbiano la stessa frequenza che uno emette.

La Legge di Attrazione andrebbe considerata, più che un genio della lampada che realizza ogni nostro desiderio mentre noi ce ne stiamo in panciolle, un energia a nostra disposizione che possiamo imparare ad usare ed a domare… la quale ci sostiene nella nostra azione e creazione della realtà. Può considerarsi come un assistente – molto forte e competente, si badi- che può aiutarci nel realizzare i nostri desideri; ma l’azione da parte nostra è richiesta. Il nostro mondo materiale, pur se indiscutibilmente basato su realtà astratte, metafisiche ed intangibili, richiede comunque una dose di azione per il raggiungimento dei traguardi. Se si comprende e si usa la Legge di Attrazione, però, l’azione è semplice, naturale… in flusso, e molto potente (come se si usasse una leva). Senza il consapevole utilizzo della Legge di Attrazione- che come si evince dalle pagine di “Think and Grow rich”, opera sempre- l’azione crea molti meno risultati o, purtroppo, non ne crea affatto.

Dopo questa apparentemente digressione sull’efficienza della Legge di Attrazione, che meriterebbe un articolo a parte, ma che comunque è utile per la comprensione dell’essenza del libro recensito, passo alla recensione vera e propria. Non me ne si voglia ma devo precisare che ho appena completato la quarta lettura di questo capolavoro (le prime tre risalivano a circa 3 anni fa), e credo di essere titolato a scriverne per averlo compreso piuttosto bene. Ma ciò che in questa sede più rileva è che, dopo 3 anni di applicazione dei dettami del libro, e dopo varie letture, ho constatato che ciò che  è lì suggerito… FUNZIONA. Ciò che il libro promette, ribadisco, funziona. I principi del libro consentono, effettivamente, di arricchirsi, e di arricchirsi non solo in senso materiale, ma anche, e soprattutto, in senso spirituale: consentono di trovare uno scopo fondamentale nella vita, consentono di comunicare meglio con il prossimo, consentono di interpretare, con più saggezza e paziente comprensione, le vicissitudini della vita. In estrema sintesi, far propri i consigli di Pensa ed Arricchisci te stesso significa fare un deciso passo verso il Successo; intendendo, si badi, il Successo come comprensione dell’importanza del percorso di vita, qualunque esso sia, e come possibilità di gioire del percorso di vita, comprendendo che questo – se percorso con consapevolezza e gioia- è il fine stesso della vita. (Puoi approfondire il concetto, tanto sbandierato, di successo, cliccando qui).

Il sito che hai sotto gli occhi è una manifestazione concreta di come i dettami del libro consentano di favorirti prima nel concepimento di idee e progetti, poi nella loro realizzazione. La piattaforma online e la app che a breve pubblicherò – dedicata a tutti gli amanti degli sport- ne sono un’altro esempio, così come altri successi nel miglioramento della mia situazione finanziaria che ho raggiunto in questo periodo.

Ma ora diamo una scorsa ad alcuni dei contenuti del libro.

Come si evince dallo stesso titolo, è di fondamentale importanza, al fine di arricchirsi (ripeto: in senso materiale… ed in tutti gli altri sensi desiderabili) il pensare. Occorre avere ben chiaro il risultato che si desidera raggiungere.

Occorre, però, che il pensiero sia chiaro e costante. Non basta pensare, una volta ogni tanto: “Ah come sarebbe bello se…”. Un piano d’azione consegue ad un pensiero ben sviluppato. Il piano non deve essere necessariamente dettagliato, anche perché a forza di fare piani dettagliati ne sono abortiti di sogni ed ideali, ammazzati da uno dei grandi nemici del “successo”: la procrastinazione, sulla quale Napoleon Hill si dilunga ampiamente.

Proprio per evitare che la procrastinazione avvolga le sue efficienti e soffocanti spire intorno ai semi di un qualsivoglia sogno, occorre cominciare presto l’azione volta alla realizzazione dei propri scopi. In questo la Legge di Attrazione esercita la sua influenza benevola: nell’agire con la determinazione di raggiungere un traguardo, e con la positività derivante dal credere, nel più intimo della propria persona, che il traguardo sia raggiungibile – anzi, raggiunto- la Legge fornisce, man mano che occorrono, gli strumenti per arrivare al risultato sperato. Questa forte credenza nella realizzazione del risultato è chiamata, in Pensa ed Arricchisci te stesso, così come ne La Scienza della Ricchezza: fede.

Un altro ingrediente per il successo, scrive l’autore, è quello di perseguire la conoscenza: ossia, come scritto numerose volte su queste pagine, occorre affrontare il più spesso possibile nuove esperienze, e leggere ed informarsi costantemente nei campi di proprio interesse, o nei quali si svolge la propria attività lavorativa (campi che dovrebbero coincidere, auspicabilmente). Sempre circa il tema della conoscenza, l’autore sottolinea l’importanza della “Mastermind” ossia della Mente Maestra (così potremmo tradurlo) che si crea quando due o più persone, in spirito di armonia, cooperano per il raggiungimento di un traguardo. Questa mente metafisica ed immateriale, ma non per questo meno reale, sarebbe più forte anche della somma delle singole menti che fanno parte del gruppo, sia quanto a conoscenze che quanto a capacità creativa. Volendo, quindi, raggiungere un traguardo finanziario (ma, si ripete: non solo finanziario), occorrerebbe trovare una o più persone destinate a collaborare.

A questo proposito l’autore, in conformità con la sua fede cattolica e dei suoi tempi (l’opera, si ricorda, è del 1937) elogia anche un matrimonio sano, equilibrato e supportato dall’amore, come elemento importante per il raggiungimento del successo. Poiché un uomo (ed anche una donna, ovviamente) se decidono di raggiungere obiettivi e chiamano il compagno di vita a partecipare al raggiungimento degli stessi, sono dotati di un’energia che, da soli, non avrebbero.

A questo punto è il caso di menzionare una delle poche pecche dell’opera: vi è sotteso un certo maschilismo, quasi in ogni frase si esprime, o si implica, che solo l’uomo possa ambire al successo, che solo l’uomo possa realizzare grandi progetti imprenditoriali o benefici. In particolare nei passaggi che affrontano il legame tra amore, matrimonio e successo, la donna è ridotta al ruolo di comprimaria; mai, però, l’autore scade in un becero “machismo” o nell’offesa del gentil sesso. Questa descritta è, comunque, una pecca del tutto perdonabile dell’opera che, ripeto, fu scritta quando le donne avevano altri ruoli ed ambizioni nella società.

Sotto altri aspetti, invece, l’autore dimostra di avere doti di introspezione nel futuro non di poco conto, tratteggiando anche, in un’ illuminata previsione, le caratteristiche dell’era informatizzata che stiamo vivendo; da questa visione risultano confermati lo spessore culturale e spirituale dell’autore, a mio parere.

Nell’opera è anche elogiato il capitalismo come il migliore dei sistemi possibili; anche se la posizione potrebbe fare storcere il naso a qualcuno, credo che, inserita nel contesto dell’opera, sia tutto sommato condivisibile, come ho avuto modo di scrivere ne La Scienza della Ricchezza e nell’articolo sul Capitalismo Illuminato.

Accattivante è la spiegazione di come il cervello sia una meravigliosa macchina capace di percepire ed emettere vibrazioni e frequenze. E con tale capacità, di come lo stesso possa essere un vero e proprio strumento di intervento sulla materia. Anche queste sono affermazioni che la “Scienza” ha parzialmente provato, confermando come l’autore fosse esotericamente iniziato e come, nello scrivere, fosse strumento di una saggezza atavica ed essenziale. Tra le altre cose, il cervello percepirebbe dall’etere le idee ed informazioni necessarie a trasformare i sogni ed ideali del suo possessore inrealtà concreta e tangibile. Il cervello sarebbe stazione ricevente di tutto lo scibile, iscritto nei c.d. registri Akashici cui fa riferimento la saggezza induista.

A più riprese, poi, l’autore ripete l’importanza della Persistenza come ingrediente fondamentale per il successo. Gli spunti a tal proposito sono meravigliosi, forse quelli da fare propri più di ogni altro. Riuscendo in ciò, e non è facile, si arriva ad una condizione nella quale si è completamente, e totalmente impermeabili alle idee della sconfitta e del fallimento.

Insomma, concludendo la recensione di Pensa ed Arricchisci te stesso,  affermo che il testo è tra quelli che più consiglio. Oltre che trattarsi di una lettura istruttiva e piacevole, fornisce, secondo la mia diretta esperienza, delle istruzioni che, se seguite, ci avvicinano alla realizzazione dei nostri più grandi sogni.

Se vuoi acquistare la versione cartacea, non il pdf di Pensa ed Arricchisci te stesso, clicca qui.

Se vuoi sostenere siamouniverso.com ed allo stesso tempo leggendo un’opera fondamentale per il successo finanziario, clicca qui.

pensa ed arricchisci te stesso, originale del 1937, recensione di pensa ed arricchisci te stesso , pensa ed arricchisci te stesso amazon

Inserisci i dati e ricevi l'ebook GRATUITO ed i contenuti esclusivi!
Unisciti agli oltre 2000 lettori abituali ed affezionati del sito
Ti assicuro che la tua email sarà custodita correttamente. Non sarà ceduta a nessuno e nessun abuso sarà perpetrato. Potrai disiscriverti sempre.
Vai alla barra degli strumenti